Mostra Irrealtà Visibili

Mostra Irrealtà Visibili

La mostra Irrealtà Visibili si è svolta dal 24 maggio  al 4 giugno 2019 presso la Sala Espositiva della Fondazione Valenzi, Maschio Angioino, Napoli.

L’esposizione  ha voluto rendere visibile la sostanza del sentire interiore attraverso l’arte, grazie alla presenza di artisti che hanno accettato la sfida di dare forma concreta alla propria interiorità, ognuno attraverso la propria peculiare ricerca artistica. Un percorso introspettivo che dà vita ad una visione-racconto intimo, una voce che emerge dal profondo e rivendica un suo spazio visibile nel reale, ove nella soggettività dell’artista è concesso allo spettatore di ritrovarsi e ritrovarvi il proprio sentire, in contrapposizione con l’oggettività “comune”.

La mostra ha accolto opere di artisti contemporanei provenienti da 11 paesi ed ha ricevuto il patrocinio morale della Regione Campania, del Comune di Napoli e dell’Università “Suor Orsola Benincasa”, della Fondazione Valenzi ed il Matronato dal Museo Madre e rientra nel calendario di eventi del Maggio dei Monumenti.

La collettiva è a cura di Rossella Bellan, Giulia Mazzilli e Antonietta Panico.

Sono presenti nell’esposizione opere di Constantin Apostol “Lotsopa”(Romania), Santi Bonnici “Bonny”, Daniela Bussolino, Rosario Cacciapuoti, Cinzia Cannavale, Nicola De Luca, Daniela Delle Fratte “DiDiF”, Anna Di Maria, donPaco (Spagna), Eivor Ewalds (Finlandia), Luibov Fridman (Russia), Monika Hartl (Austria), Elke Hubmann – Kniely (Austria), Erich Kovar (Austria), Lorenzo Ludi, Traute Macom (Austria), Peter Mammes (Sud Africa), Elena Mariani, Benita Martin (Germania), Errico Mellone, Marta Melniczuk (Germania), Isabella Meloni, Benita Merkle (Germania), Susanna Nagy (Francia), Attila Olasz (Ungheria), Maria Rita Onofri, Britta Ortiz (Danimarca), Gilda Pantuliano “Fluida”, Massimo Piro “Max Piro”.

Progetto Allestitivo

Foto della mostra

Video

Catalogo della mostra

catalogo mostra irrealtà visibili

Artisti in mostra

Apostol Costantin

Through supra mentally creativity beyond the rational of existence i see my own footprints when it rains

Benita-Martin mostra metamorfosi Creative collettiva

Benita Martin

Creative metamorphosis Swimming like a bird. Flying like a fish. A game with the elements. Hover. Wellness feeling. Ferling like a bird … Feeling like a fish.

Benita Merkle

Bonnici Santi

Irrealtà visibile è l’immaginario che l’artista attraverso le sue opere fa diventare l’irreale visibile

Bussolin mostra metamorfosi creative

Daniela Bussolino

Irrealta visibili è quello che ognuno di noi ha nel cuore e vuole presentarlo al mondo esterno attraverso le proprie opere.

Rosario Cacciapuoti

Cinzia Cannavale

Nicola De Luca

Irrealtà Visibile è la capacità dell’arte di veicolare l’immaginario nel mondo del percepibile.

Anna Di Maria

Attraverso il processo creativo ho cercato di restituire al colore e alla tela una posizione di priorità nel rendere visibile l’immaginario sia esso legato ad una problematica di attualità (il femminicidio nel “Vortice rosa”) sia esso legato alla fascinazione dell’Universo e della fisica (in “Riflessi galattici”)

DonPaco

Eivor Ewalds

Elke Hubmann – Kniely

Under the concept of visible irreality I understand the possibility to offer a visible stage of ones own fantasy.

Didif

Fridman Luibov

Monika-hart mostra creative metamorphosis

Monika Hartl

Paesaggi emozionali interpretati in nuove composizioni di colori. Si vede il ripudio degli elementi decorativi e il ritorno all’essenzialità. Rendere visibile l’invisibile allo spettatore è un fattore importante nell’attività artistica

Erich Kovar

The targeted monitoring of all areas of life is being driven forward

Lorenzo Ludi

Peter Mammes

Elena Mariani

Arte è cercare nei colori le parole che non si dicono, le parole che si vorrebbero dire, quelle che forse era meglio non pensare

Marta Melniczuk

Making the invisible visible in the creative process of art is leading us to imaginary and fantastic worlds and opening new doors for our life

Errico Mellone

Susanna Nagy

Isabella Meloni

Il bagliore del “fuori” s’irradia sulle trame dei tappeti di moschea, inferriate e arabeschi colorati s’intersecano in un riflesso colto di sorpresa; poi il riverbero della luce brilla nella scintilla divina che e’ “dentro” di ciascuno di noi, rendendo percepibille Cio’ che e’ Invisibile

Attila Olasz

Through artistic creativity, we interpret reality and explore the depths of things.

Maria Rita Onofri

L’arte, è proprio la resa visibile dell’invisibile e cioè della personale interpretazione di una realtà filtrata dalla sensibilità artistica del pittore,del musicista, del fotografo, dell’artista

Britta Ortiz

Visible irreality means to me that what you see should not always be taken literally but can have a completely different meaning

Gilda Pantuliano

Massimo Piro

Irrealtà visible è l’illusione di materializzare il proprio animo con le arti visive

Traute Macom

Rassegna stampa

Leave a Reply

Your email address will not be published.